I lavoratori autonomi e la stesura del POS

I lavoratori autonomi e la stesura del POS

on dic 21, 2011 in P.O.S . Piano operativo di sicurezza

La legge obbliga le imprese alla stesura del Piano Operativo di Sicurezza – POS, proprio in virtù di ciò i lavoratori autonomi, nel momento in cui collaborano alla realizzazione di un’opera, non sono tenuti a presentare un proprio POS. L’art. 89 del D.Lgs. 81/08 definisce infatti il lavoratore autonomo come:

…la persona fisica la cui attività professionale contribuisce alla realizzazione dell’opera senza vincolo di subordinazione.

La legge, però, li obbliga a rispettare le indicazioni previste dal PSC e dal POS che sono stati trasmessi loro dall’impresa affidataria. Riguardo a questo l’art. 100 comma 3 del D.Lgs. 81/08 prevede che i datori di lavoro delle imprese esecutrici e i lavoratori autonomi sono tenuti ad attuare quanto previsto nel PSC e nel POS. In caso di violazione le sanzioni previste sono l’arresto fino a tre mesi o una multa tra 400€ e 1600€.

I datori di lavoro delle imprese esecutrici e i lavoratori autonomi sono tenuti ad attuare quanto previsto
nel piano di cui al comma 1 e nel piano operativo di sicurezza.

Il lavoratore autonomo che non si adegua alle disposizioni di sicurezza previste dal coordinatore per l’esecuzione dei lavori viene punito con l’arresto fino a un mese e con un’ammenda che va da 300€ a 800€.

I lavoratori autonomi che esercitano la propria attività nei cantieri si adeguano alle indicazioni fornite dal CSE ai fini della sicurezza” – art. 94 D.Lgs. n. 81/2008 – Obblighi dei lavoratori autonomi.

L’art. 21 del D.Lgs. 81/08 dispone alcune regole che il lavoratore autonomo deve rispettare nel momento in cui si trova a concorrere alla realizzazione di un’opera:

  • utilizzare attrezzature di lavoro conformi al Titolo III del TU;
  • possedere e utilizzare DPI conformi al Titolo III del TU;
  • procurarsi una tessera di riconoscimento corredata di fotografia se ci si trova a lavorare insieme a dipendenti di altre aziende.

Nello stesso articolo si precisa che i lavoratori autonomi hanno facoltà di:

  • beneficiare della sorveglianza sanitaria;
  • partecipare a corsi di formazione specifici in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Inoltre il lavoratore autonoma dovrà esibire all’impresa affidataria:

  • iscrizione alla Camera di Commercio, Industria e Artigianato;
  • documentazione attestante la conformità alle disposizioni del D.Lgs. 81/2008 relativa a macchine, attrezzature e opere provvisionali;
  • elenco dei DPI in dotazione;
  • attestati inerenti la propria formazione e la relativa idoneità sanitaria;
  • documento unico di regolarità contributiva.

Consulenza POS