Il ruolo dell’RSPP nella stesura e nel controllo del POS

Il ruolo dell’RSPP nella stesura e nel controllo del POS

on dic 21, 2011 in P.O.S . Piano operativo di sicurezza

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ha un ruolo di rilievo in relazione alla stesura del POS. Il POS, ovvero il Piano Operativo di Sicurezza è un documento che definisce tutte le misure necessarie da adottare per garantire la sicurezza nei cantieri. Il POS è normalmente redatto dal datore di lavoro che è di fatto il responsabile di quanto scritto all’interno del piano e di conseguenza risponde in prima persona di eventuali problemi nel cantiere.

Così come nel caso della redazione del DVR anche per il POS è prevista la disposizione della data certa da apporre in calce al documento come definito dall’art. 28 comma 2 del D. Lgs. n.81/2008, a seguito però il decreto correttivo D. Lgs. 3/8/2009 n. 106 ha stabilito che in alternativa anche la firma dell’ RSPP, o di altre figure come il medico competente o l’RLS, può attestare la validità del POS e soprattutto la sua redazione prima dell’inizio dei lavori. Infatti uno dei diritti fondamentali del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è quello di poter visionare una copia del POS almeno dieci giorni prima dell’inizio dei lavori, secondo quanto stabilito dal comma 4 dell’art. 100 dello stesso D. Lgs. n. 81/2008.

Le responsabilità dell’RSPP per la sicurezza e il coordinamento in cantiere

La figura dell’RSPP ha l’obbligo di visionare il Piano Operativo di Sicurezza ed accertarsi che quanto scritto nel documento venga effettivamente rispettato all’interno del cantiere durante lo svolgimento dei lavori. In caso di infortuni o di incidenti è il datore di lavoro che ne risponde in prima persona. Come Rappresentate e come figura addetta alla sicurezza l’RSPP è perseguibile per colpa professionale in caso di reato d’evento (artt. 589 e 590 del codice penale) ovvero in caso di inadempienza nell’individuazione dei fattori di rischio che hanno provocato.

Quando si ha a che fare con il lavoro congiunto di più cantieri è necessario redigere più POS, ciascuno per ogni cantiere, ma allo stesso tempo l’RSPP deve valutare possibili fattori di rischio derivanti dall’esecuzione di attività lavorative incompatibili che se eseguite in contemporanea possono creare situazioni di rischio per l’incolumità dei lavoratori. Attenzione, secondo quanto previsto dall’ articolo 97 del D. Lgs. n° 81/2008 gli obblighi di coordinamento e controllo in fase di esecuzione dei lavori sono attribuiti all’impresa affidataria con cui l’RSPP dovrà collaborare per garantire la sicurezza dei lavoratori e tutelare tutto il personale presente in cantiere.