Come redigere un corretto Piano di Monitoraggio, Uso e Smontaggio

Come redigere un corretto Piano di Monitoraggio, Uso e Smontaggio

on dic 21, 2011 in Redazione piano di sicurezza

Il PIMUS, ovvero il Piano di Monitoraggio, Uso e Smontaggio, è un documento che deve essere redatto da una persona competente poiché analizza contestualmente al tipo di ponteggio scelto le varie fasi d’uso e applicazione in maniera molto precisa.

La redazione del PIMUS prevede la compilazione di dati relativi all’azienda ma anche (e soprattutto) la descrizione della struttura di ponteggio che si andrà ad utilizzare.
Analizziamo ora nello specifico che tipo di indicazioni deve fornire un Piano di Monitoraggio, Uso e Smontaggio e come tale Piano deve essere redatto.

Quali dati devono essere riportati sul PIMUS

Il PIMUS deve fornire innanzitutto informazioni sull’impresa e la squadra di lavoro, i dati del cantiere in cui si svolgeranno i lavori. In questa prima parte andranno anche indicati i preposti e i dati relativi alla loro formazione specifica per l’uso di ponteggi.

Altri dati che vanno indicati nel Piano sono la tipologia del ponteggio (autorizzazione Ministeriale, schede di manutenzione, ecc.), le caratteristiche dell’edificio o dell’opera per il quale il ponteggio verrà utilizzato e le caratteristiche del cantiere.

Si passa poi alla descrizione molto dettagliata delle diverse fasi di lavorazione con l’ausilio di disegni tecnici esplicativi a corredo del testo:

  • Montaggio del ponteggio
  • Installazione e uso di carrucole, argani e gru per il sollevamento di materiale
  • Ancoraggio del ponteggio all’opera
  • Installazione di adeguati sistemi anticaduta per altezze superiori a 2 metri
  • Verifica finale e collaudo
  • Utilizzo del ponteggio
  • Procedure di controllo e manutenzione del ponteggio
  • Smontaggio del ponteggio
  • Gestione emergenze e procedure speciali in caso di pioggia, vento, neve, ecc.

Di fondamentale importanza il controllo dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) in dotazione ai lavoratori come l’imbragatura, le funi, le scarpe antinfortunistiche e il casco, che devono essere elencati sul PIMUS.